Create a Joomla website with Joomla Templates. These Joomla Themes are reviewed and tested for optimal performance. High Quality, Premium Joomla Templates for Your Site

spritzbook, Vanna Vinci, frida kahlo

SPRITZBOOK3, al settimo e ultimo incontro Vanna Vinci disegna Frida Kahlo

di arte fair

Bologna, martedì 17 gennaio 2017 -

E' dedicato a una grande artista del '900 il settimo e ultimo appuntamento della rassegna culturale Spritzbook3. Anzi è dedicata due donne artiste: a Frida Kahlo e alla disegnatrice Vanna Vinci.

Vanna FridaKahloL'evento dal titolo "Vanna vs Frida: Vanna Vinci disegna Frida Kahlo" (ingresso gratuito), si tiene giovedì 19 gennaio dalle ore 19.30, presso la Biblioteca D'arte E Di Storia Di San Giorgio In Poggiale a Bologna.  
Una delle disegnatrici e creatrici di graphic novel più quotate a livelli internazionale, quale è appunto Vanna Vinci,  affronta nella sua ultima opera la biografia dell'icona pop Frida Kahlo. A SpritzBook la disegnerà in diretta e le immagini prenderanno vita sulle volte di San Giorgio in Poggiale accompagnate dalla musica e dal racconto della vita particolare e a tratti esagerata di Frida.
Al termine dello spettacolo Vanna Vinci sarà disponibile per il firmacopie della sua graphic novel "Frida. Operetta amorale a fumetti" (Libri 24 ORE Cultura).
Come per le altre serata di Spritzbook, anche questa sarà accompagnata dal dj set di Guenda e dalle suggestive immagini realizzate dai video-artist Retrophuture (Fabrizio Passarella) e Umberto Saraceni-Visual Lab, mentre alle 21 le letture dell’attore Matteo Belli condurranno il pubblico nel mondo di Frida Kahlo.
Il tutto accompagnato, durante il corso della serata,dall cocktail bar curato dai ragazzi di Ruggine.
Infine, come già per gli appuntamenti precedenti, in contemporanea all’evento è allestita, fino al 30 gennaio, la mostra fotografica, realizzata in collaborazione con ONO Arte Contemporanea, dedicata alla star inglese David Bowie, dal titolo Bowie - L'Europeo. Esposti gli scatti del fotografo Philippe Auliac, che immortalano il periodo degli anni settanta quando David Bowie si trasferì a vivere tra Danimarca, Francia, Inghilterra e Germania.