Create a Joomla website with Joomla Templates. These Joomla Themes are reviewed and tested for optimal performance. High Quality, Premium Joomla Templates for Your Site
  • Home
  • Arte
  • Fumetto italiano: ecco gli eventi dal 21 al 26 giugno. Il 23 incontro con Giacon

palp, pontedera, Balla

La Trottola e il Robot. Tra Balla, Casorati e Capogrossi, la mostra al PALP di Pontedera

di redazione
Pisa, mercoledì 27 dicembre 2017

Arte - E' in corso da novembre scorso presso il PALP- Palazzo Pretorio di Pontedera (Pi), la grande mostra "La trottola e il robot. Tra Balla, Casorati e Capogrossi",

Cane robot Aibo Robot Naocurata da Daniela Fonti e Filippo Bacci di Capaci. Promossa dalla Fondazione per la Cultura Pontedera, dal Comune di Pontedera e dalla Fondazione Pisa, in collaborazione con l’Istituto di Biorobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e con il patrocinio della Regione Toscana e del MiBact, la particolare esposizione, visitabile fino al 22 aprile 2018, nasce intorno ad una prestigiosa collezione di giocattoli d’epoca di proprietà del Comune di Roma. Presenta, insieme agli antichi balocchi, circa 110 opere di artisti italiani attivi tra il 1860 e il 1980, tutte in qualche modo legate al mondo del gioco e dell’infanzia che nel lungo percorso del Palp sono esposte al fianco dei giocattoli d’epoca della prestigiosa collezione. 'La trottola e il robot' mette a confronto due aspetti della creatività legati all’infanzia, quello che si traduce negli oggetti concreti, i giocattoli, creati un tempo dagli artigiani e poi dall’industria, e quello che rappresenta e interpreta il gioco infantile nelle arti figurative e plastiche italiane, dalla fine del XIX secolo alla seconda metà del XX.  In mostra le opere degli artisti italiani che hanno prediletto il tema dell’infanzia, dialogheranno intorno ad alcuni temi chiave con nuclei di oggetti ludici, scelti di volta in volta per la loro valenza sociale, didattica, ma anche più latamente simbolica e onirica. Di questi saranno messi in evidenza il mutamento formale, l’avvicendarsi dei materiali in uso, il loro attingere ai mutamenti tecnologici in atto. Fra i temi significativi individuati nella sequenza espositiva, la coincidenza della casa con la rappresentazione dello spazio interno, dell’intimità domestica nella quale si svolge la vita quotidiana dell’adulto e il gioco del bambino. Grandi modelli di casa di bambola, differenziati fra il modello alto borghese e quello più dimesso, bambole d’epoca, arredi in miniatura sono posti a confronto con le opere di Zandomeneghi, Balla, Casorati, Cambellotti, Francalancia, Campigli, Viani, Pirandello, Novelli con i giocattoli creati dagli artisti. Il rapporto del bambino con la vita degli adulti, oltreché nel gioco, si configura nei modelli dell’educazione infantile che per tradizione vi sono associati. Gli artisti ritraggono volentieri i momenti di formazione del fanciullo, dall’apprendimento scolastico all’educazione al canto, alla musica, alla lettura. In sala dunque opere di Mancini, Cambellotti, Lloyd, Levi, Capogrossi, Casorati, Mafai, Pirandello. 

In occasione della mostra, la Fondazione per la Cultura Pontedera, in collaborazione con Great Robotics della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, a partire da domenica 7 gennaio proporrà i laboratori per bambini e ragazzi “Giochiamo con i robot”. 
I giocattoli nell’ultima sala della mostra, con un notevole salto temporale, diventano dei fantastici robot prestati dall’Istituto di Biorobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Sarà proprio Great Robotics, spin-off della Scuola Sant’Anna, creata da un gruppo di giovani ricercatori dell’Istituto di BioRobotica, a proporre i laboratori. Gli incontri si terranno la domenica e il mercoledì alle ore 16 (con una durata di un’ora circa) e saranno rivolti a bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni. Interagendo con i robot in mostra, i partecipanti ai gruppi impareranno tante cose su di loro e, soprattutto, attraverso di loro. Perché i robot sono divertenti, stimolano curiosità e ci trasportano in mondi fantastici completamente nuovi. 
I laboratori si terranno solo al raggiungimento dei 10 partecipanti. Occorre dunque prenotarsi specificando il giorno desiderato. Il costo è di 10 euro a persona, compensivo dell’ingresso alla mostra.
Per informazioni e prenotazioni chiamare lo 0587 468487, il 331 1542017 o scrivere all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

 

Info
PALP Palazzo Pretorio Pontedera
Piazza Curtatone e Montanara, Pontedera (PI)
Orario: da martedì a domenica 10-20, lunedì chiuso
Ingresso: intero € 7, ridotto € 5
Tel. +39 0587 468487 – +39 331 1542017
e.mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – www.palp-pontedera.it

 

 

© Riproduzione Riservata 

Arte Fair

  • Redazione
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Seguici anche su:

Archivio Blog